Dec
08th
left
right

I 4 sport estremi più folli

Una delle cose che distingue gli umani dagli altri mammiferi è il nostro senso di competizione, motivo per cui abbiamo creato 4 degli sport estremi più strani e pericolosi al mondo

1 Boarding sul vulcano

La corsa lungo un vulcano attivo di 2.380 piedi a una velocità di 50 mph con solo una tavola per proteggersi è considerata da molti fanatici dello sport in cerca di emozioni come lo sport più cool ed estremo in circolazione.
Migliaia di viaggiatori si dirigono ogni anno ai piedi del monte Cerro Negro in Nicaragua per prendere parte alla nuova mania sportiva. I surfisti, vestiti con tute protettive, ginocchiere e caschi, possono raggiungere velocità fino a 80 km/h (50 mph) sulle loro tavole di compensato appositamente costruite. Dalla sua creazione, nel 2005, l’imbarco sul vulcano ha attirato più di 10.000 partecipanti. (Dailymail)

2 Limbo Skating

Per quello che può sembrare quasi impossibile, il pattinaggio sul limbo – pattinaggio a rotelle sotto le auto – è l’ultima moda in India, che richiede la flessibilità, la forza e l’equilibrio di una ginnasta. Il bambino prodigio Aniket Chindak detiene il record mondiale non ufficiale di “limbo-skating” con 57 auto. (Metro)

3 Train Surfing

Di solito uno sport illegale, il surf in treno coinvolge i ciclisti che si arrampicano o “navigano” all’esterno di un treno o della metropolitana in movimento. La pratica è un problema serio in Sud Africa, dove molti giovani sono stati uccisi o feriti. Lo “sport” è stato reso popolare negli anni ’80 in Germania, dove era chiamato “S-Bahn Surfing”. Il fenomeno è stato poi dimenticato, ma nel 2005 è stato riscoperto da una gang di Francoforte, in Germania. Il leader dell’equipaggio che si faceva chiamare “The Trainrider” ha navigato notoriamente sull’InterCityExpress, il treno più veloce della Germania.(Train Surfing) (CNN)

4 Cliff Diving

Aggiungendo una nuova dimensione allo sport dell’immersione, il cliff diving è definito come la perfezione acrobatica dell’immersione in acqua da un’alta scogliera. Sfidando le rocce ruvide, i subacquei si tuffano nell’acqua dura sotto per provare un brivido che durerà per tutta la vita.

Questo pericoloso sport ha avuto origine nell’isola hawaiana di Lana’i nel 1770. Kahekili, il re, chiese ai suoi uomini di saltare giù da alte scogliere ed entrare per primi nell’acqua senza schizzi, per dimostrare il loro coraggio e lealtà. Oggi, dopo secoli, l’attività si è espansa in uno sport caratterizzato da immenso coraggio, concentrazione, emozione e rischio.

Il Cliff diving è uno dei tipi di immersione più rischiosi; quindi, estrema cautela è d’obbligo. A vantaggio dei subacquei, sono stati fissati alcuni standard per ridurre al minimo il fattore di rischio. Alcuni di questi includono la determinazione dell’altezza del salto (23 – 28 metri per gli uomini, 18 – 23 metri per le donne), una velocità di ingresso ideale di 75 – 100 km/h e un tempo di caduta libera di 3 secondi. (Cliff Diving)



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *