May
13th
left
right

Teresa di Lisieux

Teresa Martin: una vita – soli 24 anni – tutta nascosta e conclusa nel 1897. Un anno dopo le sorelle pubblicano col titolo Storia di un’anima i suoi ricordi di famiglia manipolati da loro con le migliori intenzioni. Da allora un oceano di simpatia e di devozione: Teresa beata (1923), santa (1925), protettrice della Francia e Patrona delle Missioni in tutto il mondo…

 

Così, nel 1932, si chiese a Pio XI di proclamarla Dottore della Chiesa, ma il Papa reagì bruscamente: una donna! E questa sua pretesa «dottrina» era già nel Vangelo! Neppure parlarne, e per questo neppure pensarci! Del resto a detta delle sue stesse sorelle «nessuno pensava che avesse una dottrina».
Tuttavia, a poco a poco, grazie al lavoro di uno storico rigoroso e appassionato, André Combes, e al recupero faticoso dei suoi veri scritti, cominciarono a uscire «luci nuove» e «particolari fulgori di dottrina» che hanno «fatto risplendere il fascino del Vangelo». Lo ha scritto Giovanni Paolo II proprio nel proclamarla «Dottore» il 19 ottobre 1997: Teresa, «giovane, donna e contemplativa» mostra una «sapienza infusa, cioè la lucida, profonda assimilazione delle verità divine e dei misteri della fede». Oggi è «Dottore dell’Amore» e mostra all’uomo del Terzo Millennio la novità centrale della fede, la sua adozione per grazia a «figlio» di Dio, reso capace di riamare Dio e il prossimo con lo stesso «Amore» che è in Dio.
In questo libro, per la prima volta con documenti inediti e originali, è descritta la vicenda che ha portato Giovanni Paolo II al rovesciamento del «no» di Pio XI, con il suo «sì» splendidamente confermato da Benedetto XVI il 6 aprile dello scorso anno. Ed è ricostruita la vera storia degli scritti di Teresa Martin, oggi «Dottore dell’Amore»: un «giallo» finora troppo nascosto che mostra la fantasia di Dio e premia la ricerca della verità.

 

 

L’autore:

Gianni Gennari, studi di teologia, filosofia e lettere antiche a Roma, Parigi e Freiburg in Breisgau, ha incontrato Teresa di Lisieux nei testi della Storia di un’anima nel 1957, uscendo da un coma durato otto mesi. Ha poi approfondito questo incontro fino alla tesi in Teologia alla scuola di mons. André Combes. È stato docente di teologia morale, filosofia della religione e storia della spiritualità in Università pontificie (1970- 1977: Laterano, Marianum, Ecclesia Mater). Dal 1965 sacerdote romano, ha ricevuto tutti i sette Sacramenti. Ha pubblicato vari volumi (Paoline, àncora, Queriniana, San Paolo, Piemme e altri). è giornalista dal 1977 su varie testate e dallo stesso anno è autore di testi e giornalista in Rai. Dal 1998 al 2012 vaticanista al giornale radio e dal 1° agosto 1996 scrive quotidianamente su «Avvenire». La storia di Gianni Gennari è intrecciata con quella di Teresa (1873-1897) da moltissimi anni. All’età di 17 anni Gennari fu colpito da una grave malattia che gli impedì di leggere, ma ci fu un’eccezione misteriosa: la Storia di un’anima di Teresa di Lisieux, letto decine di volte. Guarito, da studente di teologia a Roma, ebbe come insegnante André Combes, pioniere degli studi su Teresa e artefice non incontrastato della sua riscoperta. Il primo libro di Gennari su Teresa risale a 40 anni fa e da allora segue da vicino la crescita del “fenomeno” Teresa di Lisieux all’interno della Chiesa, culminata nell’aprile 2011 quando Benedetto XVI ha raccontato la vita e la dottrina di Teresa in totale pienezza, definendola “Maestra specialmente dei teologi nella scienza dell’amore”.

Estratto da Vatican Insider:

“Tra l’altro anche la sorella di Teresa, Madre Agnese, nella stessa circostanza, forse perché cominciava a comprendere le ragioni di Combes, pur essendo stata nominata a vita da Pio XI, viene di fatto deposta, e la priora che le succede, all’arrivo a Lisieux di un nuovo Visitatore Apostolico, che chiede di vedere tutti i documenti originali, in una notte della fine del 1951, farà bruciare il «Petit Carnet», cioè il testo più antico dei «Novissima Verba», perché in esso non era contenuta, come sulla bocca di Teresa, l’identificazione della sua “piccola via”, e quindi della sua vera “dottrina” con l’infanzia spirituale. Il cambiamento era stato introdotto nel testo, come pronunciato al 17 luglio 1897 dopo ben 13 anni, attorno al 1910.

Si deve dunque a quella manipolazione l’immagine non corrispondente alla realtà divulgata come la via di Teresa, e si comprende dunque come mai Pio XI, che pure aveva amato e canonizzato egli stesso Teresa, quando nel 1932 gli fu prospettata la nomina di Teresa a Dottore della Chiesa, reagì negativamente e con durezza, confermata e rafforzata dal suo successore Pio XII.” Andrea Tornielli

 

I Pellicani – pp. 616 – 38,00

Lindau

ISBN: 978-88-6707-033-5

Indice del Libro:

7 Guida alla lettura

13 Introduzione generale

La pubblicazione di «Storia di un’anima» e l’«uragano di gloria», 14

Un «dottorato» impensabile, 17

Teresa «Dottore»: sì, ma di quale «dottrina?, 25

Il travaglio degli scritti teresiani, 27

La vicenda delle «Lettere» all’inizio dell’«avventura teresiana» dell’abbé André Combes, 39

I riflessi «ecclesiali» della lunghissima incomprensione della dottrina di Teresa, 44

La decisiva vicenda dell’opera di André Combes, 49

La prima Visita Apostolica e le decisioni del p. Marie Eugène, carmelitano, 66

La seconda Visita Apostolica. Il domenicano p. Paul Philippe e lo «scandalo» decisivo dell’«apocrifo» nei «Novissima Verba», 71

La novità, a metà tra coraggio e occultamento, delle Edizioni del Centenario (1971-1973), 77

Un oggi ancora in parte problematico: tra reticenze e ammissioni ancora troppo implicite, 83

Teresa «Dottore»: una sintesi essenziale della sua vera «dottrina», 92

117 Gli scritti di Teresa. Sintesi della loro storia

123 I criteri di questa traduzione-edizione dei «Manoscritti»

MANOSCRITTOA

129 Alençon

153 Ai Buissonnets (1877-1881)

177 Anni dolorosi (1881-1883)

199 Prima comunione. Al pensionato (1883-1886)

233 Dopo la grazia di Natale

265 Il viaggio a Roma (1887)

301 Primi anni al Carmelo (1889-1890)

321 Dalla Professione all’Offerta all’Amore (1890-1895)

MANOSCRITTOB

347 «La mia vocazione è l’Amore»

MANOSCRITTOC

371 La prova della fede (1896-1897)

409 Quelli che tu mi hai dato (1896-1897)

447 Appendice. «Biglietto di Professione» e «Atto di Offerta all’Amore»

455 Documenti sulla vicenda Combes a Lisieux

515 Teresa di Lisieux: un secolo di parole dei papi (1910-2011)

Benedetto XV (1914-1922), 517

Pio XI (1922-1939), 522

Pio XII (1939-1958), 527

Giovanni XXIII (1958-1963), 531

Paolo VI (1963-1978), 533

Giovanni Paolo I (1978), 540

Giovanni Paolo II (1978-2005), 541

Teresa di Lisieux «raccontata» da Benedetto XVI, 567

575 Conclusione generale

577 Teresa di Lisieux. Cenni biografici

581 Breve profilo biografico di mons. André Combes

585 Linee ragionate di una bibliografia essenziale

597 Postscriptum personale



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *