Nov
27th
left
right

Pasolini, tra arte e poetiche

 MOSTRA ALLIEVI LICEO ARTISTICO “ARGAN”

Sono trascorsi cento anni, esattamente un secolo, da quando il 5 marzo del 1922 nasceva a Bologna Pier Paolo Pasolini. In quel momento nessuno avrebbe potuto immaginare che il neonato presto sarebbe diventato una personalità eminente nel mondo dell’arte e della cultura.
Una carriera fulminea e multiforme da lasciare un segno indelebile in molte discipline, in particolare nella poesia, nella letteratura e nella regia. Pasolini è stato inoltre pittore, critico letterario e cinematografico, traduttore, insegnante scolastico, sceneggiatore, modello fotografico e molto altro, ricevendo spesso accuse di vilipendio alla religione, oscenità, omosessualità oltre a moltissime querele. Forse la sola raccolta poetica che ottenne consensi fu Le ceneri di Gramsci del 1957 che vinse anche il Premio Viareggio.

Il Liceo “Giulio Carlo Argan”, collocato nel quartiere Cinecittà a qualche decina di metri dalla Basilica di San Giovanni Bosco, è tra i maggiori licei artistici di Roma con circa mille allievi.
L’impegno tangibile dell’Istituto si evidenzia, ogni anno scolastico con la cura di alcune mostre collettive esponendo opere d’arte, realizzate dagli allievi, in prestigiosi siti istituzionali nazionali e internazionali, con la curatela di Critici d’arte e la stampa di cataloghi d’arte editi da specializzate case editrici.
Le mostre di questi ultimi anni hanno trattato temi di attualità, come ad esempio, Arte Alimentazione e Salute (Gipsoteca della Città Universitaria, 2018); Metamorfosi 2000 anni di Ovidio (Complesso monumentale di Santa Maria dell’Orto, 2019); Mosca- Roma: Riflessi, per il settore di competenza (Mosca-Ambasciata d’Italia in Russia, Ekaterinburg-Fiera Innoprom presso il Centro Boris Eltsin, San Pietroburgo-Accademia delle Belle Arti, Roma-Centro Russo di scienza e cultura, 2020-2021); Leonardo e l’eclettismo (Medina Roma Art Gallery, 2021), Dante il visionario e il mito (Fondazione Pastificio Cerere, 2022). Gli eventi vengono spesso recensiti e le opere pubblicate in riviste cartacee e magazine online.
Dopo il successo dell’ultima mostra inaugurata il 10 gennaio 2022 su Dante Alighieri, si prosegue con il progetto su Pier Paolo Pasolini per i cento anni dalla nascita e vuole essere un evento di alto profilo culturale e artistico oltre ad un richiamo e riqualificazione del territorio che nasce come “Città del Cinema”.

La mostra si inserisce nel progetto d’Istituto Linee d’arte che rappresenta un grande laboratorio ed una proposta formativa ambiziosa, peculiare e fortemente innovativa nel panorama culturale della città di Roma e della regione Lazio.
Docenti e studenti del Liceo lo animano in un’originale esperienza di collaborazione ed approfondimento. Nell’arco dell’intero anno scolastico, si sviluppano intense attività formative, di studio e di approfondimento intorno ad un diverso tema, specificatamente prescelto, che coinvolge i quattro indirizzi di studio, si rafforzano le idee, si sviluppa il gusto per la lettura e l’approfondimento e la scuola riporta al centro il suo insostituibile ruolo di formazione dello spirito critico.
Il momento conclusivo del progetto Linee d’arte è solitamente tra la fine di maggio e giugno, un appuntamento molto atteso dalla tutta la comunità scolastica, dal suo quartiere e dalla città. Nasce così anche un creativo scambio con artisti noti del panorama nazionale ed internazionale, con associazioni d’arte, con gallerie e con il territorio.
Da alcuni mesi il Dirigente Scolastico Nicola Armignacca ha individuato il tema della mostra, Pasolini, tra Arte e Poetiche, avviando la realizzazione di opere finalizzate all’esposizione, che valorizza le competenze, abilità e conoscenze degli studenti esprimendo la professionalità dei docenti oltre a tradursi in una promozione della crescita umana, culturale e formativa.
Gli alunni, per gruppi classe e/o classi aperte, guidati dai rispettivi professori di riferimento, hanno svolto attività di elaborazione, progettazione, realizzazione di manufatti, approfondimenti letterari, scientifici e culturali ad ampio raggio, che abbiano quale unico fattore comune quello del tema prescelto.
A mero titolo esemplificativo, oltre alla realizzazione delle opere l’offerta espositiva si arricchisce di installazioni, realizzazione di video, foto, percorsi letterari e poetici con drammatizzazioni, declamazioni di versi, performance musicali e coreografiche.
La mostra indaga il mito del regista, sceneggiatore, poeta, scrittore, drammaturgo, attore Pier Paolo Pasolini con l’obiettivo di approfondire alcuni precisi fulcri tematici, dal rapporto con il cinema alla letteratura, dalla poesia all’arte. Su questi temi si fonda la fisionomia dell’esposizione e del relativo catalogo.
Le opere esposte, realizzate singolarmente o in collaborazione, sono state realizzate in piena libertà stilistica e tecnica, in svariati materiali, associando multiformi espressività tradizionali e contemporanee, mediante stimoli visivi provenienti in particolare dalla carriera magmatica e multiforme svoltasi tra il 1942 e il 2 novembre 1975, giorno dell’uccisione violenta all’Idroscalo di Ostia di Pier Paolo Pasolini.
Alberto Moravia, all’orazione funebre, così lo descrive: “Abbiamo perso prima di tutto un poeta. E poeti non ce ne sono tanti nel mondo, ne nascono tre o quattro soltanto in un secolo. Quando sarà finito questo secolo, Pasolini sarà tra i pochissimi che conteranno come poeta. Il poeta dovrebbe esser sacro”.

PASOLINI, TRA ARTE E POETICHE

Mostra collettiva allievi del Liceo Artistico Statale “G. C. Argan” di Roma

Ideazione di: Nicola Armignacca

A cura di: Roberto Luciani (sezione arte) e Graziella Pulce (sezione saggistica)

Galleria Impact hub

Roma, Via Palermo 41 (Zona Monti-Repubblica)

7 – 10 giugno 2022  

Nell​a serata inaugurale del 7 giugno alle ore 18.30 sarà possibile assistere ad una performance artistica a cura di Mario Schittzer e Tiziano Di Sora 

Nei giorni successivi, si potrà visitare la mostra dalle ore 17 alle ore 19

Comitato Scientifico: Roberto Luciani (Presidente), Soledad Agresti, Letizia Ardillo, Vita Cavino, Tommaso Del Lungo, Laura Di Stefano, Melissa Di Vittorio, Francesca Ettorre, Cristina Fabbri, Cinzia Leone, Caterina Lidano, Rosa Traversi, Davide Maiorca, Laura Percacciante, Serena Mondella, Paolo Garau, Alessandra Petrone, Giulia Biti, Renza Pucci, Antonio Solarino, Graziella Pulce, Cinzia Lombardo, Lorena Tarantini

Organizzazione generale: Rosaria Acierno, Laura Di Stefano, Mirella Cascini Pensa, Lorena Tarantini

Progetto allestimento: Mirella Cascini Pensa, Laura Di Stefano

Catalogo: Timia edizioni, Roma

La Mostra Pasolini, tra Arte e Poetiche è inserita nel progetto: “Linee d’arte”



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.