Oct
26th
left
right

Arsenico, se lo conosci lo eviti!!!

Come noto l’arsenico è un veleno e negli ultimi tempi è alla ribalta delle cronache perché ne sono state trovate tracce in alcuni acquedotti laziali.

Sappiamo che l’arsenico (simbolo è As) è l’elemento chimico di numero atomico 33. È un semimetallo[1] che si presenta in tre forme allotropiche[2] diverse: gialla, nera e grigia. I suoi composti hanno trovato impiego, in passato, come erbicidi ed insetticidi. È inoltre usato in alcune leghe.

 

Elenchiamo le sue applicazioni più comuni:

  • come insetticida,
  • come protezione del legno da costruzione,
  • come composto dei semiconduttori nei circuiti integrati,
  • in medicina contro la leucemia promielocitica acuta[3],
  • come agente per la disinfestazione delle case dalle termiti ed
  • in passato, come composto in vari insetticidi e fitofarmaci agricoli.

Ma come mai, notizia di questi giorni, sono state trovate tracce nell’acquedotto che porta acqua potabile nel viterbese? E’ abbastanza plausibile pensare che l’applicazione di maggiore pericolo per l’essere umano cioè quella del legno trattato con arsenocromato di rame (“CCA[4]” o “Tanalith”, e la maggior parte del vecchio legno “trattato a pressione”) sia la causa principale del rilascio dell’arsenico nelle falde freatiche.

Inoltre il legname CCA è ancora in circolazione e in uso in molti paesi, ed è stato usato in modo massiccio durante la prima metà del XX secolo per strutture portanti e rivestimenti esterni di edifici in legno, dove c’era il pericolo di marcescenza o di attacchi di insetti.

Anche se questo tipo di trattamento del legno è stato proibito nella maggior parte delle nazioni dopo la comparsa di studi che dimostravano il lento rilascio di arsenico nel terreno circostante da parte del legno CCA.

Ma il rischio più grave è la combustione di legno CCA, che concentra i composti di arsenico nelle ceneri: ci sono stati casi di avvelenamento da arsenico di animali e di esseri umani per ingestione di ceneri di legno CCA[5].

Il legno CCA recuperato da costruzioni demolite continua tuttavia ad essere bruciato, per ignoranza, in fuochi domestici o commerciali.

Infine lo smaltimento sicuro di legno CCA continua ad essere poco praticato e ci sono preoccupazioni in alcune zone massicciamente edificate con legno trattato all’arsenico per la futura demolizione delle costruzioni.

Pertanto una volta a conoscenza delle cause possiamo evitare gli effetti velenosi di questo elemento adottando opportune misure di sicurezza….

 


[1] Nella tavola periodica fra i metalli e i nonmetalli si trovano i semimetalli (secondo IUPAC il termine metalloide è obsoleto), che costituiscono la terza categoria in cui possono essere suddivisi gli elementi in base alle caratteristiche chimiche e fisiche.

[2] Allotropia (dal greco allos, altro, e tropos, modo), è una denominazione applicata da Jons Jacob Berzelius alla proprietà di esistere in diverse forme, presentata da alcuni elementi chimici. Le diverse forme sono note come allotropi.

[3] Per leucemia promielocitica acuta in campo medico, si intende una forma di leucemia mieloide acuta, ovvero una neoplasia (tumore) del sangue, caratterizzata da un rapido sviluppo per eccesso di promielociti contenuti nel sangue e nel midollo osseo i quali non maturano oltre ed invadono il midollo.

[4] Chromated Copper Arsenate.

[5] La dose letale per un uomo è di 20 grammi di cenere, circa un cucchiaio.



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *