Jul
25th
left
right

Nel quartiere dei Cesaroni a Garbatella un Musical su Santa Galla

Santa Galla, figlia di Q. Aurelio Memmio Simmaco, princeps senatus, per molti anni consigliere del re Teodorico, che però lo fece uccidere in Ravenna (525) per infondati sospetti di tradimento, fu data in sposa ad un giovane patrizio, di cui non si conosce il nome.

Rimasta vedova dopo un anno, quantunque stimolata dai parenti e dai medici a nuove nozze, preferí consacrarsi a Dio dapprima nell’esercizio delle opere di misericordia e poi ritirandosi in un monastero nei pressi della basilica vaticana. Questa in sintesi è la storia raccontata nel teatro “In Portico” nel quartiere Garbatella di Roma in questi giorni in concomitanza dei settanta anni della fondazione della parrocchia di Santa Galla. Nella zona insistono altre due chiese dedicate ai più famosi San Filippo Neri e Santa Francesca Romana, tuttavia l’idea di fare memoria della fondazione tramite un rappresentazione teatrale è stata eccezionale. Così da sensibilizzare di più la gente sulla figura di questa santa.

Infatti dal 4 dicembre al 12 dicembre al Teatro “In portico” i ragazzi di Santa Galla presentano LUCE, ingresso 10 euro e l’intero incasso sarà devoluto in beneficenza per le missioni del Congo, India. Il primo Musical sulla vita di S.Galla sono due ore intense di rappresentazione dove si alternano canti danze e testi che raccontano la storia della santa comprese le due apparizione quella di San Pietro e della Madonna. Uno spettacolo all’insegna del buonumore e della riflessione. Bei costumi, scene incalzanti e trama ottimamente coordinata così da tenere l’attenzione sempre alta. Sulla storia di fondo della santa si inseriscono danze e canti nonché scenette comiche degli usi e costumi del tempo imperiale mettendo in evidenza la situazione delle classi sociali del tempo con le sue ingiustizie e il modo con cui la santa ha cercato di porre rimedio. La regia è di Marco Ciorba. Mentre le coreografie sono di Caterina Frutti e la preparazione dei canti di Marco De Simone.

Prossime repliche: venerdì 10 dicembre e sabato 11 dicembre alle ore 21, invece domenica ultima alle 17,30. Il successo che sta avendo con la sala sempre stracolma, fa pensare di progettare un’altra edizione a fine primavera 2011.



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *