Oct
27th
left
right

Parola

Insieme di suoni. Alternanza di consonanti e vocali. Sinonimo di vocabolo, termine, voce. Ecco. Voce. La parola è voce, di chi la crea; è voce, per chil’ascolta; è voce, in chi l’accoglie.

La parola fa sorridere. Aiuta a comprendere, a riflettere, a comunicare.  Spesso può ferire, far male. A volte genera equivoci perché non capita; viene stravolta per ingenuità, ignoranza; è manovrata dalla cattiveria, dal segretodesiderio di colpire la coscienza altrui. Ma nonostante tutto la parola, quella pura, sincera, pensata, quella che sgorga dall’anima, quella che non è stata ancora pronunciata, quella che senti tua perché in essa credi. Va proclamata, sempre e comunque. Va lasciata libera, se si vuole essere liberi. Va espressa chiaramente, se si è convinti del suovalore, del suo significato, della sua chiarezza. Va difesa a testa alta, in ognicircostanza, davanti a tutti, se non si vuole essere ipocriti. Perché dopo averla detta, la parola non può più tornare indietro, ma prosegue il suo cammino senza essere fermata. E se l’hai pronunciata, per qualsiasi motivo, non puoi e non devi rinnegarla, se non vuoi tradire te stesso. Accettane piuttosto gli effetti con coerenza, con consapevolezza, con dignità. E prima di modellarla, prima di darle vita, fermati, rifletti, pensa, valuta, ma poi non indugiare; non avere paura, mai, se ciò che dici è ciò che sei. Non nasconderti, non mescolarti allamassa. Abbi piuttosto il coraggio di mostrarti, di distinguerti, di farti conoscere attraverso quel che la tua mente pensa, quel che il tuo cuore sente, quel che la tua bocca dice. E soprattutto fai in modo che questa parola sia la tua parola, che questa voce sia la tua voce, non quella degli altri. Se vuoi esserci davvero, se vuoi vivere totalmente, rinuncia alla passività, combatti l’omertà, distruggi il silenzio, e crea la parola.

 

 



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *