May
06th
left
right

Meriggiare pallido e assorto

Critico di rara sensibilità e aperto alle correnti della moderna letteratura e del pensiero italiani e stranieri ma anche attento al meglio della tradizione che va da Dante e Petrarca ai nostri grandi poeti dell’ottocento, Montale[1] è stato maestro di molti ermetici, ma la sua poesia sfugge ad una definizione ben precisa.

Tuttavia Montale testimonia forse meglio di ogni altro quell’età di incertezza, di sofferenze umane e di angoscia che fu il periodo fra le due guerre.

Abbiamo scelto una sua poesia che commentiamo brevemente:

Meriggiare pallido e assorto

presso un rovente muro d’orto,

ascoltare tra i pruni e gli sterpi

schiocchi di merli, frusci di serpi.

Così inizia una delle più belle poesie della raccolta “Ossi di Seppia”, che in ordine di tempo è anche una delle prime liriche. In essa la meditazione scarna ed esile di Montale ha come sfondo un paesaggio ligure ben delineato:

Nelle crepe del suolo o su la veccia

spiar le file di rosse formiche

ch’ora si rompono ed ora s’intrecciano

a sommo di minuscole biche.

Osservare tra frondi il palpitare

lontano di scaglie di mare

mentre si levano tremuli scricchi

di cicale dai calvi picchi.

Ma poi, anche il valore simbolico prende il suo spessore tanto che la calura estiva e il paesaggio e il contatto con la natura suscitano nel poeta la meditazione e suggeriscono una riflessione lirica:

E andando nel sole che abbaglia

sentire con triste meraviglia

com’è tutta la vita e il suo travaglio

in questo seguitare una muraglia

che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.

 

 


[1] Eugenio Montale: [Genova 1896 – Milano 1981] Dopo gli studi regolari si dedicò al canto e alla musica. A Torino pubblica “Ossi di Seppia” durante il periodo della prima resistenza al fascismo. Tradusse Shakespeare, Marlowe, Melville. Dopo la guerra si trasferì a Milano dove lavorò per il Corriere della sera.



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *