May
11th
left
right

BIG BLU 2012 – Salone della Nautica e del Mare – Roma

Dal 18 al 26 febbraio 2012 si è svolta presso la Nuova Fiera di Roma, la VI edizione di BIG BLU, il Salone del Mare di Roma.

Certo, non ci sono le medesime attrazioni che riserva il Salone Nautico di Genova (specie per chi ama le barche a vela), però è comunque, ogni anno, una bella manifestazione, che vale la pena di visitare, specie per chi non dista molto da Roma ed è invece molto lontano da Genova. La FIV è stata partner istituzionale di questa edizione del Big Blu, ed ha allestito uno stand di 180 metri quadrati, posto all’interno del Padiglione 3 – Vela, ed inoltre il Teatro del Mare, in cui si sono svolti convegni, dibattiti e presentazioni di grandi eventi. Nel Padiglione 3 – Vela sono state esposte più di 40 imbarcazioni a vela,  dal piccolo Optimist, alle classi olimpiche di Londra 2012, alle imbarcazioni delle categorie giovanili. In questa edizione è stato approntato anche un percorso didattico per le scuole, realizzato dalla Federazione Italiana Vela e Pelagos: un viaggio nella cultura del mare, in cui gli studenti hanno potuto apprendere nozioni sulla biologia marina, l’ecosostenibilità e le tecniche costruttive di una barca a vela.

Ma la cosa che avrà di certo entusiasmato di più i ragazzi, credo, sarà stato provare davvero una barca o usare il simulatore (un po’ come quelli dei piloti di Formula1). Sotto l’attenta guida degli istruttori FIV, era possibile:

  • provare il piacere di andare in barca a vela; questo all’interno di una vasca 20×30 metri, attrezzata con ventilatori (vedi foto 1)
  • imparare i primi rudimenti della vela provando il divertente simulatore.

Per i ragazzi, però, c’erano anche altre possibilità: sempre nel Padiglione-3, era possibile avere un approccio alle immersioni, grazie ad una vasca approntata dalla Mares, in cui, equipaggiati con muta, maschera e boccagli, i ragazzi potevano provare questa differente esperienza (vedi Foto 2).

 

Per i meno avventurosi, ma comunque non meno sportivi, al BIG BLU c’era poi la possibilità di provare la pesca (vedi Foto 3). 

L’attenzione nei confronti dei ragazzi, o addirittura dei più piccoli (i bambini) è ben evidenziata al salone anche dall’esposizione di materiale sportivo a loro dedicato: che dire dei costumini con galleggianti incorporati, per la tranquillità di mamma e papà (vedi Foto 4)? Erano nello stand di Alimar, e li potrete trovare a Fiumicino, in Via del Faro 60.

 

Al BIG BLU erano presenti anche le Istituzioni: tra i degni di nota, lo stand dei Carabinieri Subaquei (quelli che si sono adoperati nel recupero della Costa Concordia, ad esempio – ed una gigantografia di un sommozzatore a fianco della campana della nave era ben in vista -) e quello della Protezione Civile, con i meravigliosi e coraggiosi Terranova, addestrati al salvamento (vedi Fot. 5).

 

Beh, a questo punto mi direte: ma le barche dov’erano? C’erano anche quelle ….. Innanzitutto, moltissime barche a motore, moltissimi gommoni (alcuni veramente maxi, più di 10 m ..), tantissime pilotine.

Quella che mi è piaciuta di più, per le sue linee classiche ed i suoi colori, la vedete in Fig. 6. E anche il nome (Venere) ha il suo perché ….

 

Io però, ci sono andato soprattutto per le barche a vela .. purtroppo non ce n’erano molte, e d’altronde non posso annoiarvi con moltissime foto .. allora ve ne inserisco una (Foto 7), per illustrare un’imbarcazione, il Viko23, che mi stupito per la sua economicità … 6,3 metri di lunghezza, 2,55 di larghezza, 26 mq di superficie velica, 1.400 Kg di peso, 4/6 posti letti … per soli 12.900 euro!!! Il cantiere è in Polonia.

 

Altre cose interessanti, in questa edizione, sono state: una bellissima mostra fotografica, un bel museo (con interessanti modellini di navi antiche); come di consueto, attrezzature varie per la barca (dissalatori, etc.), arredamenti d’interni, abbigliamento sportivo, stand di molte scuole di vela. Al BIG BLU poi, fortunamente, a differenza di quanto mi è accaduto durante altre manifestazioni alla Nuova Fiera di Roma, c’è stato modo anche di gratificare il palato: c’era il Ristorante Time, ma anche il salone del Buongusto, più molti piccoli stand con prodotti tipici vari (io sono caduto in tentazione con un cornetto siciliano riempito al momento ..). 

Insomma .. io il prossimo anno ci torno .. e voi, ci verrete?

 

 



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *