May
11th
left
right

Laura..Una storia metropolitana

Laura è la storia di un rapporto vissuto nel clima metropolitano di Roma e Ostia. Da una parte Luca, cinquantenne come tanti, sposato con figli e in piena crisi esistenziale. Dall’altra Laura, una ragazza come tante, alla ricerca di molte spiegazioni sulla vita.

Edizioni Progetto Cultura 2003

www.progettocultura.it

ISBN:978-88-6092-230-4

Tra i due, complice una viscerale passione per la musica, nasce un’amicizia che ben presto si trasforma in un’attrazione capace di risvegliare i sensi di entrambi in un’escalation di piacere. Ma il sentimento si affaccia sempre più prepotentemente nella loro relazione…. Come reagirà Luca di fronte alla metamorfosi di Laura, che gli chiede non solo sesso ma anche amore?

La musica riannoda i fili della memoria e tesse la trama di un presente che travolge e stravolge la vita di Luca, sollevandolo da un grigiore quotidiano di lavoro ed abitudine. La “sua” musica, la musica degli anni Settanta, così unica, irripetibile, così carica di emozioni, è il vicolo migliore per accompagnare ogni momento vissuto con Laura, affacciatasi improvvisamente nella sua vita. Quelle canzoni che hanno accompagnato i sogni e le piccole utopie di Luca ragazzo, diventano adesso la colonna sonora di un innamoramento inaspettato, la chiave per aprire la reciproca conoscenza. Tra le note melodiche dei Beatles, quelle acide degli Stones, gli spazi psichedelici dei Pink Floyd, quelli lisergici dei Jefferson Airplane e i tempi spezzati dei Led Zeppelin, si muovono due vite sospese tra passione, sorpresa e paura di un futuro da afferrare ma che non si fa raggiungere perché, come recita una canzone di quegli anni: “il futuro è già stato e non può cambiare”. Sergio Mancinelli Gironalista e Conduttore Televisivo

 

                                                                                                                  



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *