May
09th
left
right

Military Intelligence e Fisici

Il 13 Agosto del 1940 il Military Intelligence (di seguito MI) riferi di due  persone non raccomandabili.

Enrico Fermi, “che lasciò l’Italia con la scusa della moglie Ebrea ma è un fascista e quindi non è persona raccomandabile a lavori confidenziali”. Leo Szilard , “profugo ebreo di Ungheria dichiaratamente filotedesco e quindi non è persona raccomandabile a lavori confidenziali”.

Ovviamente Fermi non era un fascista e Szilard non era filotedesco.

Fermi e Szilard furono protagonisti di un esperimento cruciale su cui stavano lavorando da tempo i tedeschi. Si pensava che gli atomi  di carbonio della grafite permettessero agli elettroni emessi dalla fissione dell’uranio di rimbalzare e di rallentarli senza assorbirli. I neutroni rallentati potevano indurre la fissione in altri atomi di uranio che avrebbero emesso altri neutroni. Il problema era nel trovar un produttore di grafite pura. In questo modo si poteva sostenere una reazione a catena. Trovato il produttore, Fermi dimostrò che l’intuizione era vera e si apprestò a pubblicare i risultati. Szilard lo impedi e salvò il mondo!! I tedeschi non avevano avuto questo intuito e per sostenere la reazione sostituirono la grafite con acqua pesante!!.

Se si fosse dato retta ai servizi del MI la bomba atomica non sarebbe mai stata costruita o almeno ritardata…



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *