Oct
26th
left
right

Lo chiamavano “Il baco del 2000”

Un “abstract” di paure!! Ricordate? Leggiamo cosa si diceva 16 anni fa!!

 

Lo chiamano “il baco del Duemila”. È un piccolo ma pericoloso verme elettronico che striscia invisibile dentro i computer e si annida in un’infinità di apparecchi che usiamo ogni giorno nelle nostre case, al lavoro e nel tempo libero. Per adesso il “baco del Duemila” se ne sta ben nascosto negli strati più profondi dei programmi (software, in inglese) che girano sui computer e che fanno funzionare i telefoni cellulari, gli elettrodomestici, gli ascensori e un’infinità di altri apparati. Ma questo verme maligno è pronto a saltar fuori e a paralizzare tutto il mondo industrializzato esattamente a mezzanotte tra venerdì 31 dicembre 1999 e sabato 1° gennaio 2000. Per colpa di questo “baco”, potrebbero succederci molte cose spiacevoli. Per esempio, forse non riusciremo a prelevare denaro con la tessera Bancomat. Scopriremo che la nostra prenotazione di un volo aereo o di un viaggio in treno si è misteriosamente cancellata. Il forno a microonde smetterà di funzionare. L’ascensore si bloccherà. La casa gelerà per l’arresto dell’impianto di riscaldamento e non ci sarà verso di riaccendere la caldaia. I telefoni funzioneranno a singhiozzo. Andando in banca potremmo scoprire che il nostro conto risulta estinto: addio ai sudati risparmi di una vita. Oppure potremmo avere la piacevole sorpresa che, miracolosamente, i nostri modesti risparmi hanno fruttato miliardi di interessi: quanti ne maturano in cento anni di deposito. Come se non bastasse, un lavoratore che volesse andare in pensione dopo aver lavorato per 35 anni dal 1965 al 2000, potrebbe sentirsi dire che non solo non ha mai versato contributi previdenziali, ma la sua anzianità è negativa: 35 meno 100 uguale -65!

Virus nel calendario elettronico

Già, perché il “baco” ha la sua tana nel “calendario” che è presente in tutti i computer e in una grande quantità di apparecchi di uso quotidiano. Per fare il loro lavoro, infatti, anche i programmi di computer e microprocessori richiedono un punto di riferimento temporale. Quindi non c’è programma che non abbia bisogno di “sapere” qual è l‘anno in corso. Il guaio è che l’anno, nei computer e nei microprocessori, quasi sempre è indicato soltanto con le ultime due cifre: per esempio 89 per 1989, 92 per 1992 e così via. E il 2000? Naturalmente con 00. Ma 00 potrebbe indicare anche il 1900. Di qui tutti i guai accennati, e molti altri che sarebbe lungo elencare. Ma perché gli autori di software non hanno scritto il numero dell’anno per intero? Ci sono due motivi. Il primo è che i programmi dei computer sono stratificati un po’ come le rocce delle varie ere geologiche: noi vediamo sullo schermo del nostro computer Windows 95 o qualche versione di Windows ancora più recente, ma sotto Windows c’è il vecchio sistema operativo MS-Dos creato da Bill Gates vent’anni fa. A quell’epoca nessun autore di software pensava a che cosa sarebbe successo vent’anni dopo, e nessuno poteva immaginare che quei programmi sarebbero rimasti come dei “fossili” nei computer delle generazioni successive. Il secondo motivo è pure collegato all’ “antichità” del sistema operativo MS- Dos sepolto sotto il software più recente. Vent’anni fa le memorie dei computer avevano una capacità enormemente inferiore a quella attuale e costavano cento volte di più: quindi si cercava di risparmiare, e scrivere due numeri anziché quattro voleva dire occupare metà spazio di memoria. Un solo esempio: i computer degli anni ’60 (anche noi risparmiamo due cifre!) costavano centinaia di milioni e avevano la stessa memoria che ora abbiamo nelle calcolatrici tascabili.

Come disinnescare “la bomba dell’apocalisse”

Come rimediare al “baco del Duemila”, chiamato anche “virus Y2K”, dall‘inglese Year, “anno”, e K, che indica il fattore mille, dunque “virus anno 2000”? Non c’è altro modo che andare a scavare strato dopo strato in milioni di software, e ogni volta che ci si imbatte in un anno indicato con due cifre metterne quattro. Ma è come se sopra un abito si dovessero cucire milioni di rattoppi: per farli ci vogliono molti soldi e un sacco di tempo. Rattoppare il software di tutti i computer europei costerà un milione di miliardi di lire; e tre milioni di miliardi di lire (più del debito dello Stato italiano) è la spesa necessaria per sistemare i computer degli Stati Uniti. Ci sono però molti casi in cui il rattoppo è impossibile: bisogna gettar via il vestito intero. Succede per tutti quei microprocessori che hanno registrato materialmente nei propri circuiti il riferimento all’anno con due sole cifre. Microprocessori che lavorano per esempio in molti telefonini, antifurti, televisori, apparecchi elettrici, registratori di cassa, sistemi bancari e di prenotazione. Pensate che nel mondo sono in funzione 25 miliardi di processori, circa 4 per ogni abitante della Terra; fortunatamente di questi solo il 3 per cento ha in sé l‘anno registrato con due cifre, ma anche così si tratta pur sempre di 750 mila microprocessori, e la maggior parte di essi si trova integrata in complicati sistemi produttivi. Il problema è così serio che la Telecom ha istituito un numero verde chiamato Millennium (800.200.000) al quale ci si può rivolgere per avere chiarimenti; gli Stati Uniti stanno correndo ai ripari perché la gente non chieda troppi soldi agli sportelli automatici Bancomat alla fine di dicembre, e molti aeroporti stanno individuando gli spazi aerei dove sarà proibito volare perché i radar che li controllano non sono ritenuti sicuri a causa del “baco 2000″. Si dice — ma non è del tutto vero —- che i popoli medievali fossero terrorizzati dall’arrivo dell’anno 1000: temevano che portasse l’apocalisse, la fine del mondo. Oggi forse questa paura non c’è più ma l‘apocalisse potrebbe presentarsi con l’aspetto di milioni di computer impazziti. Per questo in ogni parte del mondo sono al lavoro milioni di softwaristi impegnati a dar la caccia al “baco ’. Molti erano già in pensione, ma sono stati richiamati perché solo loro che hanno scritto i vecchi programmi sanno dove il baco sta silenziosamente rosicchiando il nostro futuro. Per economizzare due cifre hanno innescato la bomba dell’apocalisse. Ora, ben pagati, almeno la disinneschino.



© 2la.it - Riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *