Dec
12th
left
right

CleanAir@School il 5 novembre a Ecomondo

Il progetto CleanAir@School è un’iniziativa di Citizen Science e di educazione ambientale dell’EPA Network (la rete delle agenzie ambientali europee), coordinata dall’AEA (Agenzia Europea per l’Ambiente), che ha un obiettivo preciso: coinvolgere le scuole di numerose città europee nel processo di sensibilizzazione nei confronti di uno dei temi ambientali più rilevanti per la salute dei cittadini, la qualità dell’aria.

In sintesi e nello specifico, il progetto prevede attività di educazione ambientale e formazione attraverso il monitoraggio del biossido di azoto, uno degli inquinanti principali delle aree urbane, determinato in larga misura dal traffico autoveicolare. I risultati del monitoraggio, che saranno effettuati nelle scuole coinvolte utilizzando i campionatori passivi forniti in cessione gratuita da Aquaria srl, saranno pubblicati in una piattaforma europea già disponibile.

82 scuole aderenti in 32 Comuni italiani per un totale di 6.000 studenti raggiunti: sono questi ad oggi i numeri del progetto CleanAir@School, a cui partecipano 15 Agenzie del SNPA – Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente coordinate da ISPRA – Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca ambientale, con il patrocinio del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Le agenzie dell’ ARPA che hanno aderito ad oggi sono: ARPA Basilicata, ARPA Campania, ARPAE Emilia Romagna, ARPA Friuli Venezia Giulia, ARPA Lazio, ARPA Liguria, ARPA Lombardia, ARPA Marche, ARPA Piemonte, ARPA Puglia, ARPA Sicilia, ARPA Toscana, ARPA Umbria, ARPA Valle D’Aosta, ARPA Veneto.

Grazie a CleanAir@School sarà possibile:

  • sensibilizzare e formare i giovani sui temi ambientali e, in particolare, sulle problematiche dell’inquinamento atmosferico e della qualità dell’aria e sulle modalità di monitoraggio;
  • informare i cittadini circa l’operato dei soggetti preposti alla protezione dell’Ambiente e sulle strategie in atto per ridurre l’inquinamento atmosferico;
  • fornire informazioni su dove trovare dati ufficiali sulla qualità dell’aria nella propria città e sulla differenza con i risultati di monitoraggi alternativi;
  • acquisire dati indicativi della qualità dell’aria nei pressi delle scuole coinvolte dall’iniziativa;
  • favorire la partecipazione attiva dei cittadini nel processo di acquisizione di dati e di sviluppo di conoscenza, attraverso il ruolo di “citizen scientist”;
  • stimolare nei cittadini la consapevolezza di poter avere un ruolo attivo nella salvaguardia dell’ambiente e indurre un cambio di comportamento verso soluzioni sostenibili;
  • creare un confronto diretto tra cittadini e istituzioni, favorendo l’instaurarsi di un rapporto di fiducia.

Dopo il lancio ufficiale del progetto del 14 novembre, su cui daremo dettagli in seguito, sarà possibile scaricare da questo sito tutto il materiale informativo e divulgativo disponibile.

https://www.snpambiente.it/progetti/cleanairschool/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *