Dec
15th
left
right

ANFeA un anno di attività

 

Il trascorso anno 2009 è stato l’Anno di Attivazione di ANFeA.

Il prossimo 2010 potrebbe essere l’anno in cui si cominciano a raccogliere i primi risultati delle azioni che abbiamo promosso:

 

 

  1. Riconoscimento della professione, con la presentazione in Parlamento di apposito disegno di legge. La linea scelta è di ottenere il riconoscimento dell’Elenco Professionale gestito insieme con le altre associazioni professionali (al momento l’AIFM e l’AGI) e di conseguenza la definizione degli ambiti di competenza dei Fisici professionisti.
  2. Gestione autonoma dell’Elenco dei Fisici professionisti. In attesa del riconoscimento di ANFeA ai sensi del D. L.vo 206/2007, l’Elenco sarà formalizzato con l’iscrizione, a partire dal febbraio 2010, dei Soci che hanno già i requisiti previsti, mentre a giugno 2010 si svolgerà la I sessione di valutazione per i Soci che non rientrano nella fase transitoria.
  3. Formazione dei Gruppi regionali e dei relativi organi direttivi, essenziali per prendere iniziative locali.
  4. Inserimento dei laureati in Fisica soci ANFeA, che lo richiedano, negli elenchi regionali degli abilitati alla certificazione energetica degli edifici.

 

Colgo l’occasione per un sintetico riassunto di quanto è stato fatto da ANFeA nel 2009.

 

  1. Alla data di costituzione, il 5 dicembre 2008, ANFeA contava 135 soci (comprensivi dei 30 soci fondatori). A oggi i soci sono 261 suddivisi per tipo di attività e regione come riportato in tabella

Università (compresi dottorandi e assegnisti)    107

Industria e Libera Professione                          57

Fisici Medici (compresi Specializzandi)             36

Enti di ricerca (INFN, CNR, ARPA)               33

Studenti                                                             8

Altri:                                                                 20

 

Regione

n. soci

Regione

n. soci

Abruzzo – Molise

4

Piemonte

13

Basilicata

2

Puglia

28

Calabria

9

Sardegna

4

Campania

54

Sicilia

18

Emilia – Romagna

24

Toscana

9

Lazio

36

Trentino – Alto Adige

5

Liguria

2

Umbria

8

Lombardia

21

Veneto

13

Marche

9

Estero

2

 

  1. E’ stato approntato il sito www.anfea.it , grazie alla collaborazione preziosa del socio webmaster Fausto Turrini, che ringrazio pubblicamente.  Il sito è ancora in costruzione, ma comincia a svolgere il suo ruolo informativo e propagandistico. A questo si affiancano altri tre siti non ufficiali www.albodeifisici.it , www.fisicaeprofessione.it e www.2la.it , organizzati da soci ANFeA nei quali si sta sviluppando un interessante e utile dibattito sulla professione del Fisico in un ambiente più vasto di quello intercettato dal sito ufficiale.

 

  1. Sono stati approvati con voto telematico il codice deontologico e i Regolamenti (votanti: 81, aventi diritto in regola con la quota 2009: 140).

 

  1. Sono stati eletti gli Organi sociali con voto telematico (votanti: 97, aventi diritto in regola con la quota 2009: 187).

 

  1. L’11 dicembre 2009 è stato organizzato un pubblico Convegno per pubblicizzare la Professione di Fisico. Il programma e le relazioni sono riportate sul sito. Sono arrivati i seguenti messaggi di saluto, che testimoniano come il problema della Professione cominci a essere recepito nel mondo politico e del lavoro:

–          L. Maiani, Presidente CNR: “Comunico la decisione della concessione del richiesto patrocinio al convegno dell’ANFeA. In attesa di incontrarti per quell’occasione ti formulo i più cordiali saluti”.

–          P. Galassi, Presidente CONFAPI: “Volentieri la Confederazione della Piccola e Media Industria Privata aderisce all’iniziativa proposta dalla Sua Associazione conferendo il proprio patrocinio e auspicando la migliore riuscita dell’iniziativa.”

–          G. Scuderi, Consiglio Nazionale CONFAPI: “La ringrazio dell’opportunità che mi ha offerto invitandomi a questo vostro Convegno, perché credo che un momento di confronto per la vostra categoria non serva solo alla vostra professione, ma sia utilissimo anche al sistema delle PMI che noi rappresentiamo”.

–          A. Moccaldi, Commissario Straordinario ISPELS: “Sono lieto di comunicarle che questo Istituto concede il proprio patrocinio al Convegno in oggetto. Certo che quanto programmato fornirà un importante contributo per coloro che vi parteciperanno, Le invio i miei più cordiali saluti”.

–          S. Del Bufalo, ENEA: “Ho il piacere di comunicarle che l’ENEA, tenendo conto dell’interesse dei temi trattati, è favorevole alla concessione del proprio patrocinio all’evento in oggetto”.

–          M.G. Siliquini, Camera dei Deputati: “Formulo a Lei e a tutti i partecipanti i miei auguri per i Vs. lavori, in considerazione della rilevanza degli argomenti affrontati. Mi terrò aggiornata sull’esito dei vostri incontri, nell’ambito dei rapporti che intercorrono tra le nostre segreterie, in modo particolare al fine della raccolta dei documenti e dei contributi utili nell’ambito del lavoro che sto svolgendo quale relatrice della riforma delle professioni alla Camera dei Deputati. Da parte mia assicuro la massima attenzione ai problemi e alle istanze da Voi rappresentatemi.

–          P.L. Mantini, Camera dei Deputati: “Improrogabili e imprevisti impegni parlamentari, causati da un mutamento nell’agenda della settimana della Camera dei Deputati, mi impediscono di partecipare al Vostro interessante Convegno su “La professione del Fisico” come avrei voluto. Ribadisco però, per le vie brevi, e rimanendo totalmente a Vostra disposizione, che la strada da seguire è quella del riconoscimento in forma associativa della professione del Fisico, ai sensi del D.Lgs. 9 novembre 2007, n. 206, nell’ambito del secondo pilastro delle professioni attualmente non regolamentate.”

–          A.R Fioroni, Senato della Repubblica: “Purtroppo non posso partecipare al vostro Convegno per impegni concomitanti presi già da tempo. Non rinuncio comunque ad rinviarvi il mio saluto.  Voi di certo sapete che ho presentato al Senato un DDL che ha ad oggetto la riforma delle “professioni non regolamentate”, tra cui rientra anche la vostra. Mi auguro che presto possa iniziare l’esame di questo DdL in Commissione Industria della Camera (insieme ad altri aventi lo stesso oggetto e presentati dalla maggioranza). Ricordo che questo sarà possibile se in modo condiviso le forze politiche si accorderanno per separare la riforma delle professioni ordinistiche da quella delle professioni non regolamentate con la convinzione che è diventato ormai indispensabile colmare il ritardo della politica in un settore che è molto attivo per la nostra economia ed ha bisogno di regole certe a tutela dei professionisti e degli utenti finali.”

 

  1. La posizione di ANFeA sulla Professione del Fisico è stata presentata e illustrata agli Onorevoli Bachelet (PD), Madia (PD), Mantini (UdC), Pionati (AdC), Siliquini (PdL) e ai Senatori Augello (PdL) e Fioroni (PD). Sono in corso ulteriori incontri per concordare le iniziative.

 

  1. La II Assemblea Generale dei Soci si è riunita a Roma l’11 dicembre 2009, con la partecipazione di ca. 30 soci. Sono stati approvati la  relazione del Presidente e il bilancio preventivo 2010 presentato dal Tesoriere. Sono stati manifestati osservazioni e contributi sulla proposta di legge per il riconoscimento della Professione. L’Assemblea è terminata con la proclamazione degli eletti negli Organi sociali per il triennio 2010-12.

 

Presidente

Voti

Comitato di Presidenza

Voti

Comitato di Accreditamento

Voti

Giancarlo Gialanella

92

Sara Giordani

48

Leopoldo Conte

25

 

 

Roberto Battiston

24

Davide Barbaresi

20

 

 

Mario Piacentini

23

Fulvio Italo Fucilli

13

 

 

Giacomo Cuttone

19

Luca Mario Salis

11

 

 

Massimo Fuccaro

14

 

 

 

 

Giovanni Gavelli

12

 

 

 

Collegio dei Probiviri

Voti

Collegio dei Revisori

Voti

Ehrenfried Moroder

29

Federico Di Carlo

34

Luigi Nitti

23

Pier Francesco Biagi

29

Giuseppe Quaglia

18

Odoardo Maria Calamai

19

 

 

Vi ringrazio per l’attenzione e Vi rinnovo l’invito a contribuire alla crescita dell’Associazione con proposte di nuove iniziative, segnalando problematiche  e soprattutto facendo opera di proselitismo. Nei momenti decisivi, come questo, poter parlare a nome di 5.000 persone è ben diverso che rappresentarne solo 500.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *