Dec
12th
left
right

Atlante internazionale delle nubi

L’Organizzazione meteo mondiale, dopo diversi decenni, pubblica ufficialmente il nuovo Atlante internazionale delle nubi in occasione della Giornata mondiale della meteorologia che si tiene oggi. Tutti coloro che vogliano prenderne visione possono accedere all’edizione digitale, al link https://www.wmocloudatlas.org/home.html. Per trovare una nube basta collegarsi al linkhttps://www.wmocloudatlas.org/search-image-gallery.html dove, tramite un percorso guidato si giunge alla foto e alla descrizione della nube o più semplicemente, cliccando sulle foto si ha la descrizione. Il sistema di classificazione delle nubi attualmente adottato venne ideato nel 1803 da Luc Howard, autore del volume ‘The essay on the modification of clouds’ in cui attribuiscno alle nuvole nomi latini.

In Italia un grande contributo di conoscenza venne da Luigi Taffara (1881-1966) con la sua opera ‘Le nubi’, pubblicata nel 1917 e composta di una parte descrittiva e una seconda parte a forma di atlante.

Copia dell’Atlante del Taffara, assieme a strumentazione moderna ed antica usata per la osservazione delle nubi, è esposta oggi, nel corso dell’evento celebrativo della Giornata Mondiale della Meteorologia in corso all’Università La Sapienza di Roma. Di seguito il link della locandina dell’evento del sito del Cnr:  https://www.cnr.it/it/evento/14980/capire-le-nubi-il-23  L’evento può esser seguito anche in streaming: https://www.youtube.com/watch?v=fjjA1a91naE%3E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *