Nov
20th
left
right

Un mega party di scienza. Il Cnr organizza e partecipa in tutta l’Italia

La Notte del 29 settembre è la Notte dei ricercatori!

Il consueto appuntamento promosso dalla Unione Europea anima un cartellone di spettacoli, eventi e laboratori didattici. L’approccio è, al solito, informale e divertente ed ha lo scopo di diffondere la cultura scientifica nella cittadinanza.

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche organizza e partecipa a diverse manifestazioni nelle maggiori città d’Italia.

A Milano l’Ifp–Cnr partecipa anche quest’anno all’iniziativa MEETmeTONIGHT con ‘Il sole in una scatola: scopriamo la fisica dei plasmi.

https://www.ifp.cnr.it/in-primo-piano/ifp-al-meetmetonight-2017

A Padova è possibile visitare gli istituti dell’Area della Ricerca Cnr per conoscere le tematiche scientifiche quali: la chimica dei materiali, la tecnica del freddo, la prevenzione idrogeologica, la fusione termonucleare. La serata trascorre tra un’occhiata al microscopio, il passaggio nel “tunnel del freddo”, un giro intorno alla “ciambella del plasma” e l’orienteering tra frane e alluvioni.

www.pd.cnr.it/index.php/it/notte-della-ricerca-2017

A Parma nell’ambito di ‘Society’, uno dei cinque progetti europei per la ‘grande notte’, l’Imem apre le porte per attività e visite guidate sulla scienza dei materiali: la ‘Microscopia elettronica’ per l’osservazione di forme viventi e di materiali, l’esperimento di ‘Diffrazione della luce e dei raggi X’; le ‘Nuove tecnologie indossabili’, un dispositivo realizzato su filo di cotone in grado di analizzare la concentrazione salina del sudore umano.

A Modena nell’ambito della ‘Unimore illumina la notte dei ricercatori’ organizzata dall’ateneo, i ricercatori di Nano-Cnr presenteranno le ricerche in corso sull’uso del supercalcolo e delle simulazioni quantistiche.

www.unimore.it/nottericercatori2017/evento.html?e=69

Il Cnr di Bologna partecipa a ‘Society’ per la ‘grande notte’. Tra gli appuntamenti, ritrovo alla chiesa di Santo Stefano ‘Sulle tracce di Ulisse Aldrovandi’, grande naturalista del ‘500. Show e giochi sul riciclo delle materie prime con ‘The Young Raw Matters Ambassadors’ presso il Liceo Galvani a cura dell’Isof. L’invecchiamento visto dal nucleo della cellula è invece il tema di ‘Cell aging’. L’Opificio Golinelli apre le porte per ospitare, tra le varie attività, il laboratorio ‘Con il naso nel pallone’: i ricercatori dell’Ibimet insegnano ad annusare e distinguere i profumi rilasciati dalle piante.

www.bo.imm.cnr.it/users/lulli/divulgarea/Resources/Attivita_NdR2017_AREA.pdf

A Pisa invece la ‘Notte’ rientra nel progetto europeo ‘Bright’: tredici istituti dell’Area della ricerca propongono 56 laboratori divisi in cinque aree tematiche: nuove tecnologie, patrimonio culturale, sviluppo sostenibile, salute e benessere e natura. ‘Exergame’, gioco destinato alla riabilitazione degli arti superiori serve anche a svelare sintomi nascosti di una eventuale insorgenza del morbo di Parkinson in soggetti apparentemente sani. Per i piccoli internauti alla scoperta di Internetopoli con l’Iit e la Ludoteca del Registro.it, sono in programma giochi e percorsi a squadre. Più adatto al pubblico adulto il laboratorio Social Media Addiction che illustrerà i pericoli di un spropositato utilizzo dei social network. ‘Da scarto a risorsa’ (Iccom) insegna a riutilizzare i rifiuti elettronici per realizzare stampanti 3D. E ancora: esperimenti e lezioni sulla ‘Nutraceutica’ e sui ‘Funghi buoni e cattivi’ con l’Ibba; laboratorio Nanobiotecnologie: nuovi materiali e tecnologie per le scienze della vita (Cnr-Nano).

http://nottedeiricercatori.pisa.it

A Firenze, sempre nell’ambito di ‘Bright, presso il Giardino dei Semplici (Via La Pira), i ricercatori del Cnr e non propongono un fitto programma di mini conferenze.

www.unifi.it/bright

L’Area della Ricerca Cnr di Tor Vergata a Roma, si trasforma in un parco articolato in laboratori, padiglioni della scienza, attività on the road, eventi e spettacoli. ‘Attraverso il tunnel per vedere gli atomi’ è un’esperienza per scoprire il funzionamento del microscopio a scansione ad effetto tunnel, il primo in grado di visualizzare gli atomi sulla superficie dei cristalli. Visita alla ‘Clean Room’, una camera depolverizzata di 300 mq, utilizzata per la realizzazione di dispositivi elettronici. Nel ‘Campo sperimentale’ dell’Isac vengono effettuate misure meteorologiche in diretta, tramite sensori che vengono fatti volare tra i 200 e i 500 mt di altezza. Nel Padiglione della scienza, la mostra ‘Il lato rosa della scienza’ (a cura dell’Ic e del Liceo Scientifico Peano di Monterotondo) ripercorre attraverso immagini e video scoperte e vita di alcune ricercatrici. Altre attività vedono invece il coinvolgimento della Marina Militare e della Polizia Postale. Infine, con ‘Scienziati e Studenti’, proiezione di video e discussione con premiazione finale; ‘A scuola di terremoti’ insegna cosa fare in caso di sisma; ‘Star Trek’ commenta le scene della saga stellare.

Sempre a Roma il 29 settembre presso la libreria l’Altracittà (Via Pavia 106), viene presentato il libro ‘Effetto Serra, Effetto Guerra’ edito da Chiarelettere.

A Frascati, l’evento si chiama ‘Made in science’: il Consorzio Rfx partecipa a un ‘Dialogo scientifico’ organizzato dall’Enea (Aula Brunelli) dedicato al futuro dell’energia e alla fusione nucleare.

A Pescara (Aurum, Largo Gardone Riviera), il Cnr partecipa ai dibattiti de ‘Il mare del sapere’, un programma di conversazioni scientifiche su temi come ‘Le parole della scienza’ e ‘I ragazzi incontrano i ricercatori’.

A Napoli l’Istituto Pascale e il Cnr organizzano un appuntamento di divulgazione scientifica: visita all’istituto, sperimentazione delle apparecchiature, dibattiti con ricercatori e spazi per l’intrattenimento.

www.istitutotumori.na.it

A Palermo, con il progetto europeo ‘Sharper’ il centro storico si trasforma in un laboratorio a cielo aperto: l’Università degli Studi coordina un gruppo formato, tra gli altri, dagli Istituti Cnr Ibim, Ismn, Ibf, Itd. Presso l’Orto botanico, con Ibim e Itd: ‘DragONe… e respiro come un drago’ applicazione mobile per l’educazione terapeutica al controllo dell’asma nei bambini.

https://sites.google.com/site/sharper2014nottedeiricercatori/programma

 

altre info:

https://www.cnr.it/it

www.nottedellascienza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *