Oct
18th
left
right

L’Aquila 2009-2019. Dieci anni di esperienze, studi e criticità

Dieci anni fa, il 6 aprile 2009, un terremoto di magnitudo 6,3 ha devastato L’Aquila e tutta la Valle dell’Aterno, mettendo in ginocchio un territorio già tante volte interessato da eventi devastanti. Anche questa volta il sisma ha portato un’inaccettabile perdita di 309 vite umane, con un enorme impatto sociale ed economico e la perdita di un patrimonio storico ed architettonico unico.
L’evento, però, per quanto drammatico, ha costituito un’occasione straordinaria di ricerca scientifica e tecnologica che ha coinvolto tutta la comunità nazionale e internazionale delle Scienze della Terra.
La complessa ed articolata fase di indagine per la ricostruzione è stata una palestra per il mondo scientifico, professionale ed amministrativo, spesso in sinergia, ma talora anche in contrasto.
A dieci anni dal terremoto, l’Ordine dei Geologi della Regione Abruzzo, l’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara (Dipartimenti DiSPuTer e INGEO), la SIGEA ‐ Società Italiana Geologia Ambientale ed il Consiglio Nazionale dei Geologi, con la collaborazione di altre università ed Enti di ricerca, organizzano un Convegno scientifico per fare il punto sulle attività geologiche svolte a seguito di tale evento e illustrare le esperienze, gli studi eseguiti e le criticità riscontrate fino ad oggi.

All’incontro partecipa un esperto ISPRA

Ulteriori informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *