Apr
22nd
left
right

La Tiroide

La tiroide è una ghiandola rosso scura, di forma particolare (tiroide è parola di derivazione greca e significa a forma di scudo), avvolgente la parte anteriore della laringe.

Il tessuto costitutivo presenta microscopiche con­cavità, tappezzate internamente da cellule cubiche contenenti una sostanza particolare, denominata colloide. Nella colloide è contenuta una sostanza che — con l’intervento di enzimi — si idrolizza, dando luogo a vari ormoni, il più importante dei quali contiene iodio in notevole quantità ed è chiamato tiroxina.

Le cellule cubiche producono continuamente or­moni, che si vanno accumulando all’interno delle vescichette, pronti per essere immessi nel sangue, quando le necessità lo richiedono.

Gli ormoni tiroidei presiedono allo sviluppo cor­poreo, regolano la velocità dei processi ossidativi che si svolgono a livello cellulare, hanno un’im­portantissima influenza sull’attività intellettuale. Una insufficiente secrezione di ormoni tiroidei (ipotiroidismo) conduce — a seconda delle con­dizioni — ad apatia, a sviluppo corporeo infe­riore alla media (nanismo), a cretinismo, a mixe-dema, grave malattia caratterizzata da gonfiore diffuso a tutta la cute del corpo, con grave scadi­mento delle condizioni generali del malato, in particolare delle facoltà mentali.

Un’attività eccessiva della tiroide (ipertiroidismo) provoca agitazione nervosa, accelerazione del ritmo cardiaco e stati melanconici e depressivi. Sia l’ipotiroidismo che l’ipertiroidismo compor­tano generalmente un aumento più o meno accen­tuato del volume della tiroide stessa: questo fatto è noto col nome di gozzo. Si rileva che, tra le popolazioni che vivono lungo le coste, è molto raro riscontrare dei casi di gozzo: ciò è dovuto al fatto che l’acqua di mare, e quindi gli alimenti che da essa provengono (come ad esempio i pesci), contengono iodio, sostanza che l’organi­smo umano può assorbire in quantità tale da assicurare la normale sintesi degli ormoni tiroi­dei, a base di iodio.

Al contrario, le popolazioni che vivono in regioni lontane dal mare hanno scarsa disponibilità di iodio. Un tempo il gozzo non era raro: la tiroide si ipertrofizzava nel tentativo di utilizzare tutto quel poco iodio che aveva a disposizione. Oggi il gozzo è quasi scomparso, grazie ad una ag­giunta di sali di iodio al sale da cucina.

Situate dietro la tiroide vi sono quattro piccole ghiandole, le paratiroidi. Esse regolano essenzialmente, attraverso l’ormone secreto — il parator-mone —, il metabolismo di molti sali minerali, particolarmente del fosforo e del calcio; la loro funzione è indispensabile alla vita dell’uomo: l’asportazione conduce rapidamente a morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *