Jul
14th
left
right

Identità Nazionale

L’identità di un popolo, la sua autocoscienza di essere un’entità definita e distinta da altri soggetti, sia dello stesso genere, sia di altra natura ― lo Stato, le chiese, le culture ―, come ogni studio serio può confermare, è un concetto labile e variabile assai più di quanto si possa immaginare. L’età antica e il Medioevo hanno conosciuto questa realtà, ma con un significato assai diverso, molto più ristretto nello spazio e letterale ― di legato cioè alla nascita e al suo contesto ― da quello che il termine evoca in un nostro contemporaneo.

 

In questo periodo in cui in molti vogliono, a torto o a ragione, minare l’identità Nazionale tengo a riportare alcune definizioni che aiutano meglio, spero, a chiarire il concetto:

 

 

dall’Enciclopedia Rizzoli-Larousse, ed. 1998

Nazionalità, s.f. Carattere dell’essere nazionale. Per estens.

Nazione: appartenere a nazionalità diverse. Legame che esiste tra un individuo e la nazione cui appartiene: essere di nazionalità italiana.
Dir. Provenienza di una persona da un dato gruppo etno-culturale. St. d. dir. Principio di nazionalità, principio secondo il quale si dovrebbe realizzare un’identità tra stato e nazione, avendo ogni nazione il diritto di organizzarsi a stato indipendente.
Diritto. Nel linguaggio comune il termine di nazionalità è usato in modo equivalente a quello di cittadinanza. Tale uso è esatto, giuridicamente, solo in talune fattispecie: così per le persone giuridiche, per i beni mobili registrati (navi, autoveicoli, ecc.) in cui la nazionalità indica l’appartenenza di tali soggetti o beni a un determinato stato. Rispetto alle persone fisiche, il concetto di nazionalità designa, dal punto di vista giuridico, un fatto di natura, l’appartenenza cioè a un determinato gruppo etnico, mentre l’appartenenza a uno stato è collegata solo al concetto di cittadinanza. Ne deriva quindi la possibilità per la persona fisica della coincidenza o meno tra la cittadinanza e la nazionalità (per es. in Italia, gli altoatesini di lingua tedesca hanno la cittadinanza italiana mentre la nazionalità è tedesca). Sulla divergenza tra queste due realtà, quella della cittadinanza e quella della nazionalità, si fonda il principio di nazionalità. La nazionalità delle persone fisiche viene conferita unilateralmente e discrezionalmente da ciascuno stato mediante l’istituto della cittadinanza.

 

Salvatore Battaglia, Grande dizionario della lingua italiana, XI, Utet, Torino 1981.

Nazione, s. f. Gruppo umano di presunta origine umana comune ed effettivamente caratterizzato dalla comunanza di lingua, di costumi e di istituzioni sociali ed eventualmente (ma non necessariamente) unificato o consociato (più o meno strettamente e stabilmente) in forma politica o prepolitica; comunità umana etnico-linguistica.

Nazionalismo s. m. Polit. Atteggiamento complesso (concettualmente e storicamente multiforme ed eterogeneo) di atteggiamenti ideologici e politici che, identificando il concetto di nazione con quello di patria e deformando ed esasperando il naturale sentimento morale del patriottismo e il principio politico di nazionalità, considera la nazione come il supremo valore etico-politico ed etico-culturale e fa del prestigio e della grandezza della nazione (o, per meglio dire, di una determinata nazione: quella del soggetto interessato) il principio supremo e almeno tendenzialmente totalizzante a cui deve ispirarsi l’azione politica […].

 

Oxford English Dictionary, ed. 1933

Nation (nazione) […]. Un ampio aggregato di persone così strettamente associate tra loro per comune discendenza, lingua, o storia, da formare una razza o popolo a sé stante, normalmente organizzato come stato politico separato e che occupa un territorio definito.
Nationalism (nazionalismo) […]. La devozione alla propria nazione; l’aspirazione nazionale; una politica di indipendenza nazionale.

 

La questione oggi attuale è il ricupero di un’identità italiana integrale, che superi le artificialità impostele dal Risorgimento, dal fascismo e dal mito resistenziale, e si ricolleghi alle sue fonti, anche le più remote, senza gettar via i centocinquant’anni di vita, di gioie e di sofferenze comuni ai popoli che vivono nella Penisola.

 

{denvideo http://www.youtube.com/watch?v=tLX9246_I-Y}

{jcomments on}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *