Dec
16th
left
right

Galileo, astrologo per necessità

Indovino per necessità. O quasi. Galileo Galilei (1564-1642) fu costretto dal bisogno di denaro a dare, controvoglia, consulenze astrologiche. Proprio lui, l‘astronomo tra i fondatori del metodo scientifico.

Part-time. Agli inizi della carriera, quando insegnava matematica a Padova, Galileo accettò infatti di fare l’astrologo per “riempire la pancia”. «Il suo stipendio era molto basso e a volte anche lui si piegò». D’altronde fra ‘500 e ‘600 astronomia e astrologia non erano così divise. «Stupisce anzi che Galileo sia stato “poco” astrologo rispetto a scienziati contemporanei come Keplero. Era scettico sull’arte divinatoria degli astri, e non solo per opinione personale: ufficialmente lo era anche la Chiesa. E lui aveva un disperato bisogno dell’appoggio della Santa Sede per le proprie idee eliocentriche». Evidentemente, non gli bastò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *